Dubai: la città dei contrasti

Dubai: la città dei contrasti. Natura e Tecnologia. Storia e Modernità

Dalle isole artificiali ai grattacieli galleggianti, dal porto più grande del mondo fino all’edificio più alto mai realizzato: Dubai significa fascino, futuro e magia.

Un luogo in cui convivono alla perfezione storia e modernità, natura e tecnologia. Dubai è uno dei sette Emirati che compongono gli Emirati Arabi Uniti. Una città costruita per soddisfare le esigenze turistiche, da cui il paese trae gran parte del suo sostentamento economico.

Cosa fare a Dubai? Tutto! “La Perla del Deserto” regala intrattenimento per tutti i gusti.
Ma cominciamo dal suo simbolo, il Burj Al Arab che, con la sua singolare forma a vela, è la bandiera della Dubai moderna e l’hotel più lussuoso del mondo. L’edificio costruito su un’isola triangolare artificiale, tocca i 321 metri di altezza e vanta l’atrio d’ingresso più alto del mondo.

Coni suoi 828 metri invece, il Burj Khalifa è l’edificio più alto del mondo e rappresenta l’unione di arte, ingegneria e tradizione. Migliaia di metri quadrati adibiti a uffici, 900 abitazioni private, 160 stanze dell’Armani Hotel e l’At the Top, il punto di osservazione esterno del 124° piano.

Agli irriducibili amanti dello shopping invece, è dedicato il Dubai Mall, un tempio di 1,1 milioni di mq. in cui fare acquisti scegliendo tra oltre 1.200 negozi. Qualsiasi cosa stiate cercando, dai libri all’elettronica, dai dolci all’alta moda, il Dubai Mall è senz’altro il posto giusto.

E infine. Avete mai visto danzare l’acqua? Beh, qui avrete la possibilità di farlo ogni giorno alla Dubai Fountain, ai piedi del Burj Khalifa. Il noto spettacolo son-et-lumière, con il sistema di fontane danzanti più grande del mondo, spruzza fino a 80.000 litri d’acqua alla volta a 150 metri d’altezza. Ogni getto, colorato e illuminato, oscilla a tempo di musica.

Dubai: dalla modernità alla natura

Sono davvero pochi i luoghi nel mondo a poter vantare deserto e spiaggia a due passi dalla città, e Dubai è proprio uno di questi. E cosa ci può essere di più tipico che avventurarsi in un safari nel deserto? Salite su un fuoristrada, tenetevi forte e lasciatevi guidare tra le dune di sabbia. Qualche fermata per fotografare il tramonto e poi via, alla volta di una cena araba in un accampamento beduino. E con un pò di pazienza e saliscendi tra le dune, potrete visitare anche splendide oasi immutate da secoli. Basta qualche ora di viaggio attraverso il deserto, per rimanere stregati da un’altra realtà altrettanto spettacolare, ma immune al passaggio del tempo: quella delle oasi.

Scritto da