Storm e-bike: gioiello tecnologico su due ruote

Storm e-bike: il gioiello tecnologico su due ruote

Il futuro del tempo libero sembra essere destinato alle due ruote e la tecnologia non perde tempo lanciando la sua ultima invenzione. Il suo nome è Storm e-bike ed è l’ultima arrivata nel mercato delle biciclette elettriche.

Su Indiegogo, la piattaforma di crowfounding da cui è partito il progetto, “la Tesla delle biciclette” (parole del co-ideatore Storm Sonders), sta suscitando molto entusiasmo. Una possente due ruote elettrica che promette prestazioni da capogiro.

La ragione di tanto entusiasmo è legata alle ottime performance della bici, tra cui la possibilità di ricaricare la batteria, grande più o meno come una borraccia, in appena 90 minuti.

Altro dato importante è la conferma di come la pedalata assistita sia in costante ascesa. Merito di una maggiore sensibilità verso la salute del pianeta e del fatto che i produttori progettano e-bike sempre più efficienti e hi-tech, con una strizzata d’occhio all’eleganza e all’originalità del design.

Storm e-bike: caratteristiche tecniche

Storm e-bike è spinta da un motore da 350 watt che le consente di raggiungere una velocità massima di 32 km/h. Con una ricarica è possibile percorrere dai 50 agli 80 chilometri senza pedalare. Il telaio è in acciaio, per un peso complessivo che non supera i 25 kg, batteria inclusa.

Le gomme da 4,6 pollici, poco meno di 12 centimetri, sono da fatbike, create apposta per cavalcare manti di ogni tipo: dalle dune di sabbia alle strade coperte di neve.

La produzione della Storm e-bike partirà a marzo, mentre sul mercato dovrebbe sbarcare intorno al mese di maggio con un prezzo di listino che si aggirerà intorno ai 1300 dollari.

Economica, ecologica, efficiente. La Storm e-bike si abbatte come una tempesta sul mercato delle biciclette elettriche.

Scritto da