I migliori musei di moda in Italia: da Ferragamo a Valentino

Le stupende creazioni di quattro celebri stilisti italiani conservate nei loro rispettivi musei di moda italiani.

L’Italia e la moda condividono un legame indissolubile. La storia italiana del secolo scorso è ricchissima di designer e personalità influenti in questo settore, persone che sono riuscite a cambiare il volto e le tradizioni della moda per sempre. Viene spontaneo affermare che meritano riconoscimento, ed è per questo che nelle affascinanti città italiane è possibile trovare musei di moda che li omaggiano.

Quattro tra i migliori musei di moda italiani per opere conservate e location:

Il Palazzo Spini Feroni di Firenze ospita il Museo fiorentino di Salvatore Ferragamo. Si tratta di una location medievale che raccoglie e conserva più di 150 paia di scarpe prodotte da Ferragamo durante i suoi anni di lavoro. Le creazioni esposte sono pezzi di storia: si va dalle scarpe indossate da star del cinema come Marilyn Monroe e Audrey Hepburn, all’invenzione della zeppa in sughero copiata da tutto il mondo.

Sempre a Firenze si trova il Gucci Museum, in Piazza della Signoria. È stato inaugurato nel 2011 e raccoglie alcuni dei pezzi sartoriali storici della casa Gucci. Il museo esibisce tutto ciò che può ricollegarsi alla storia del marchio, come le fotografie di personaggi famosi che vestono Gucci e la Cadillac con dettagli GG.

Più a Nord, troviamo il museo Fortuny. Le elegantissime creazioni di uno dei designer che fatto la storia del Made in Italy del primo Novecento sono conservate, infatti, a Venezia. Il museo espone velluti, abiti, prove di stampa, drappi e tessuti. Tra questi, il celebre abito Delphos, amatissimo prodotto di lusso ed eleganza.

Per concludere, non si poteva non menzionare la personalità del grande Valentino Garavani. Lo spazio dedicato alle sue creazioni è diverso dai precedenti musei di moda analizzati. Il motivo lo si intuisce facilmente dal nome: Valentino Virtual Museum. Si tratta di una realtà web che sostituisce il museo vero e proprio, inteso come spazio fisico di esposizione. È perciò accessibile a tutti l’immensa collezione che raccoglie 47 anni di storia del marchio e le più importanti sfilate firmate Valentino.