Esxence, l’evento milanese dedicato alla Profumeria Artistica

Si è appena conclusa la nona edizione di Esxence, The Scent of Excellent, a Milano. Evento internazionale dedicato alla Profumeria Artistica e alla Cosmetica di lusso.

Milano, 23 – 26 marzo. Per il nono anno consecutivo, The Mall (Porta Nuova) ha ospitato Esxence, incontro internazionale dedicato alla Profumeria Artistica. Quest’anno, la fiera ha ospitato 212 eccellenti case madri provenienti da tutto il mondo. 192 di queste si occupano di fragranze, le restanti 20 di skincare. Nei primi due giorni la Fiera è stata riservata al solo pubblico di addetti e professionisti. Dal 25 marzo le porte sono state aperte a tutto il pubblico.

In programma numerosi laboratori, eventi ed incontri. Tutti gli appuntamenti in calendario erano gratuiti ed aperti a tutto il pubblico del Salone. In particolare, esperti e professionisti hanno proposto lecture e workshops per discutere delle novità e delle caratteristiche del settore. Argomenti principali sono le tendenze, le evoluzioni ed innovazioni, ma anche la storia e la tradizione.

Circa 7.500 visitatori, provenienti da tutto il mondo, sono stati ospiti di questa nona edizione. Il 73% delle presenze è costituito dagli esperti, con un’incidenza del 78% di provenienti dall’estero.

La fiera ha registrato conseguenze positive nel settore, sia a livello nazionale che mondiale. Basti pensare che solo nel 2015 la profumeria alcolica ha rappresentato il 4% delle vendite del mercato fragranze mondiale. Del resto, il co-fondatore dell’evento – Silvio Levi, ha dichiarato di avere come obiettivo la crescita della Profumeria Artistica con nuove proposte, tecniche e fragranze. Inoltre, la Esxence desidera dare importanza a tutte quelle proposte che sono possibili futuri capolavori.

La nona edizione ha ospitato il grande Christophe Laudamiel, un profumiere francese di fama mondiale e presidente dell’associazione no-profit Academy of Perfumery and Aromatics. Qui, Laudamiel ha presentato il suo pamphlet intitolato “Liberté, Égalité, Fragrancité”, definito come il suo “Fragrance Manifesto”. Lo scopo di tutto ciò è educare le persone alla cultura olfattiva, fare in modo che esse imparino ad annusare e ad apprezzare gli odori e l’artigianalità che caratterizza questo settore.