Hanging Gardens di Bali: il paradiso della giungla balinese

Il pluripremiato resort Hanging Gardens di Bali è un vero e proprio rifugio nel cuore della giungla, perfetto per chi ama la natura e le vibrazioni che da essa provengono.

Nel 2005 è stato costruito uno degli hotel tra i più premiati al mondo. Si tratta de Hanging Gardens di Bali, un resort al centro della giungla balinese. L’hotel guarda sul fiume Ayung, ha sullo sfondo l’antico tempio Dalem Segara, ed è circondato dalla lussureggiante foresta pluviale. È, quindi, totalmente immerso nella natura.

Ogni villetta indipendente componente dell’hotel è costruita con un tetto di paglia in completa armonia con la natura. Inoltre, nei giardini crescono la flora e la fauna indigene. Nella Spa, i trattamenti di benessere hanno alla base prodotti autoctoni ed ingredienti naturali.

La stessa costruzione dell’hotel è stata realizzata da persone e prodotti locali. 700 artigiani balinesi si sono rifatti alle idee e regole indigene. Tutto è calcolato a partire dai principi del Feng Shui, per creare armonia, stabilità ed energia.

L’elemento caratterizzante di Hanging Gardens di Bali è la piscina. Questa lo ha reso uno degli hotel più premiati a livello internazionale, ed è anche il motivo per cui i clienti la ricordano. Situata nel vero cuore del resort, è considerata “la piscina più notevole al mondo”. È stata disegnata da architetti specializzati, che le hanno dato una forma rotondeggiante per accompagnare la natura circostante, senza “rovinarla”. Inoltre, è divisa in diversi piani, sospesi l’uno sopra l’altro, come per dare l’impressione di nuotare sopra algli alberi della giungla. Condé Nast Traveller l’ha definita “La migliore piscina del mondo”.

Lo stesso creatore di Hanging Gardens ha detto di aver ideato questo complesso per sfuggire agli affollati resort della spiaggia. Ha creato un mondo parallelo all’interno della foresta pluviale. In questo modo i clienti sono liberi di godersi la natura nel totale della loro privacy, sperimentando la vera natura balinese, e non una copia turistica di essa.