Euroluce 2017: le novità più cool della 29esima edizione

Euroluce 2017 si riconferma la fiera più importante nel settore. Ecco le novità più chiacchierate alla 29esima edizione del Salone Internazionale dell’Illuminazione

Euroluce 2017, MilanoNon poteva mancare la famosa biennale dell’illuminazione al Salone del Mobile di Milano. Ogni volta fa parlare di sé. Del resto, potrebbe essere diversamente? Le sue parole chiave sono innovazione e cultura. 38.000 metri quadrati di fiera, con 450 espositori la cui metà è estera. E questi sono solo numeri.

Le novità sono tante anche quest’anno. L’offerta prevede illuminazione da esterno, da interno, industriale, per spettacoli ed eventi, per ospedali, per usi speciali, sorgenti luminose e software per le tecnologie della luce. Inoltre, si ritiene attento all’ecosostenibile e al risparmio energetico, valori importanti e fondamentali in questi nostri tempi.

Di seguito, alcuni dei progetti innovativi presentati in questi giorni ad Euroluce.

Il progetto di Daniel Rybakken, giovane designer vincitore di due compassi d’oro e del SaloneSatellite dell’anno scorso. La sua proposta si chiama Sol_03, una luce che diffonde e riflette la luce proiettandola su un disco.

Per quanto riguarda il Led, la sorgente d’illuminazione “macro ma micro” dal forte impatto scenico, si segnala “il ritorno al passato” di Lorenza Bozzoli. Crea La Lollo per Slamp, lampadario contemporaneo ideato a partire dalle atmosfere degli anni 50.

Oppure, Jube per Vistosi. Una creazione a sospensione, luci accorpate a diffusori sferici in vetro soffiato color verde antico, fumé e terra bruciata. Un’idea dal sapore vintage.

Si parla tanto anche della lampada Arumi, creata per Foscarini. Creata a partire dal desiderio di contrasto tra diversi materiali. E infatti, ecco il paralume in alluminio ruvido lasciato appositamente non finito, e l’interno di un lucente metallo che riflette la luce a Led.
Per concludere, interessante è la collaborazione tra design e moda firmata O bag (per intenderci, il marchio italiano della borsa componibile in gomma). L’azienda ha infatti proposto ad Euroluce 2017 O Joy. È una lampada, ma anche un profumatole per ambienti e diffusore di musica. La sua caratteristica principale è proprio la stessa delle sorelle borse: la facilità di personalizzazione. È scomponibile in parti, tutte disponibili in 6 diversi colori.