Giulia Barela Jewelry, la rappresentante dei gioielli italiani

Giulia Barela Jewelry è uno dei cinque brand chiamati a rappresentare il Made in Italy negli Stati Uniti, al Mad Museum di New York.

Dal 4 all’8 aprile si è tenuta la 17esima edizione della mostra Loot: Mad about Jewelry al Mad Museum di New York, museo delle Arti e del Design. Giulia Barela Jewelry è una di cinque brand di gioielli italiani scelti per rappresentare l’Italia in quest’occasione. In totale esporranno 54 artisti provenienti da 21 paesi diversi.

Conosciamo meglio la designer e il suo marchio.

Prima occupava un ruolo di prestigio nelle relazioni internazionali. Poi ha deciso di inseguire la sua più grande passione, il design di gioielli. Rappresentava un’ossessione tanto grande che, ad un certo punto,  disegnarle gioielli non le bastava più. Decide così di studiare e sperimentare l’antica cultura orafa romana.

Il suo brand, di conseguenza, è ricco di gioielli che si rifanno all’antico artigianato romano. Infatti, la designer utilizza la tecnica della fusione a cera persa. Questo le permette di creare tanti pezzi unici, dal segno grafico e preciso, in bronzo placcato in oro 24k e in argento. Tutti sono realizzati a mano ed in edizione limitata.

I materiali che utilizza sono d’ispirazione scultorea: conferiscono giochi di luce ed effetti materici agli oggetti. Questa è la sua più grande cifra stilistica.

Tra le collezioni che ha esibito al Mad di New York, ricordiamo Indian Leaves, Knot, Texture. L’occasione è sicuramente una delle migliori per Giulia Barela. Ha, del resto, l’opportunità di conoscere gli esperti del settore d’Oltreoceano e di gettare le basi per un mercato negli USA.

Inoltre, la designer ha confessato di sentirsi lusingata nel ruolo di rappresentante dell’eccellenza e lusso italiani. In effetti il Made in Italy è considerato una certezza da tutto il mondo, un garante di ottima qualità e di lusso.