Rosa di Gorizia: il radicchio più buono al mondo

Rosa di Gorizia: il radicchio più buono al mondo

Per rimanere leggeri basta un’insalata. Sì, soprattutto quando non sappiamo proprio cosa cucinare, una bella ‘insalatona’, con tante cose buone dentro, è quello che ci vuole per farci passare la fame! Ma cosa metterci dentro? Beh, oltre alle foglie di lattuga verde e le varie salse disponibili in commercio, non deve mai mancare un po’ di radicchio. E qual è la qualità di radicchio migliore da mettere nel nostro piatto? Semplice, non esiste niente di più delizioso della Rosa di Gorizia.

Rosa di Gorizia: il radicchio più buono del mondo

Questo è il radicchio più pregiato al mondo e si trova nella regione del Friuli- Venezia Giulia. Bella e decisamente romantica come il fiore per eccellenza, ha un sapore intenso ed amaro. Per arrivare ad assomigliare a una rosa però, deve subire una serie di lunghe e minuziose lavorazioni. La semina avviene tra marzo e giugno, in fase di luna calante, e con i primi freddi di novembre invece, viene raccolto.

Questa qualità di radicchio è buona da gustare pura o con olio extra vergine d’oliva. Viene usata principalmente nella cucina friulana (e non poteva essere altrimenti), cotta e cruda, dentro la farcitura dei ravioli o come essenza di amari e grappe. Insomma, di questo radicchio non si butta via niente, proprio come succede per il maiale! Inoltre, tutti i vegetali che hanno un sapore amaro hanno proprietà depurative e diuretiche, sono ricchi di calcio, ferro, antiossidanti, acido folico e vitamine. Quindi, se una cosa è buona e fa anche bene, perché non dovremmo gustarcela?

Per concludere, c’è una nuova rosa in città. Non si compra dal fiorista ma dal fruttivendolo. Se volete fare colpo su una donna, non comprate la solita rosa rossa, ma donatele una Rosa di Gorizia e la conquisterete, non c’è ombra di dubbio!