Hotel I Tre Re: a Poggioberni un relais a 4 stelle

Hotel I Tre Re: a Poggioberni un relais a 4 stelle

Un gioiello di gusto sulle colline di Rimini

Poggioberni (RN)– Vicino a Rimini, sulle dolci alture della Valmarecchia, con vista mozzafiato sul mare, sorge l’ Hotel I Tre Re, un relais a 4 stelle completamente rinnovato, di proprietà dei giovani Luca e Guendalina Salvigni. Un ambiente caldo e familiare, in cui benessere e relax sposano gusto e buoni sapori.

Un locale ricercato, all’interno di una torre Malatestiana del ‘300, che delizia i suoi ospiti con una cucina creativa, dalla memoria storica, nata dall’estro dell’Executive Chef Maurizio Salvigni e dalla sua meticolosa scelta di ingredienti selezionati prelevati dal mare e dalla terra, per comporre continuamente nuove proposte. Oltre alla particolare cura delle singole preparazioni, partendo dalla pasta fresca, che la signora Rosa, la madre, prepara sapientemente tutti i giorni.

Oggi siamo proprio in compagnia di Maurizio Salvigni e del figlio Luca, ai quali chiediamo qualche curiosità in vista delle festività oramai alle porte.

Hotel I Tre Re: a Poggioberni un relais a 4 stelle

Maurizio, come definiresti la cucina di I Tre Re?

“La cucina di I Tre Re si basa su una meticolosa ricerca storica, riproposta in chiave moderna. Le materie prima sono di altissima qualità alle quali accompagno una ricerca di tecniche ed abbinamenti adatti ad esaltarne i sapori. Le cotture sono moderne e gli ingredienti, selezionatissimi, molto più alleggeriti rispetto al passato. Il menù rispecchia la stagionalità con all’interno alcuni capisaldi legati alla tradizione, ad esempio le Tagliatelle al Ragù o i più classici Cappelletti in brodo..”

A proposito di tradizione, cosa ci dobbiamo aspettare per il menù del periodo natalizio?

“Siamo convinti che, chi sceglie di pranzare al ristorante il giorno di Natale, voglia riassaporare il gusto e il profumo della famiglia, per questo quindi non mancheranno proposte tradizionali di antica memoria, accompagnate da piatti rivisitati in chiave più moderna.”

Ma non è tutto. Culla del Ristorante I Tre Re è un antico relais del ‘300. Chi sceglie di trascorrere il Capodanno in Hotel I Tre Re cosa deve aspettarsi? Quali sono le proposte?

“Per festeggiare l’arrivo del 2018  abbiamo pensato ad un pacchetto speciale, attento ad ogni singolo dettaglio. L’offerta comprende due giorni dedicati al relax e ai buoni sapori, in un contesto d’eccellenza. Due pernottamenti all’interno delle nostre camere seguiti da una gustosa degustazione in cantina con Luca, di prodotti e vini tipici del territorio. Un’esperienza fantastica per chi ama la tradizione enogastronomica del territorio romagnolo! Ultimo, ma non per importanza, il nostro Cenone di Capodanno nella sala degli Eventi, con vista panoramica su Rimini.”

Hotel I Tre Re: a Poggioberni un relais a 4 stelle

Luca, Hotel I Tre Re è anche una location da sogno per organizzare eventi importanti e di prestigio, tra cui il matrimonio…

“Si, a proposito di questo infatti, abbiamo pensato ad una romantica proposta per tutti i futuri sposi del 2018. Le coppie che decideranno di festeggiare insieme a noi il giorno più importante della loro vita, avranno in omaggio la prima notte di nozze all’interno della nostra Wedding Room: una suite, allestita e curata direttamente da Guendalina Salvigni dai toni profondi e rilassanti, con soffitto in travi, dal gusto classico e romantico. Il perfetto nido d’amore per confermare il loro Sì.”

In occasione del fine anno e dell’arrivo del 2018, ci fate un bilancio dell’anno che vi lasciate alle spalle e un augurio per quello che arriverà?

“Il 2017 è stato un anno per noi molto importante che ci ha visti riaffacciare su una ristorazione di alto livello. Il nostro obiettivo per il 2018 è certamente riconfermare a pieno titolo ciò che abbiamo costruito e riportare, giorno dopo giorno, l’eccellenza sul nostro colle che, negli anni passati, si era andata smarrendo.”

I Tre Re

Via Fratelli Cervi, 1

47824 – Poggio Berni (RN)

Tel. 0541 687918

Mail. info@itrere.net

 

 

 

 

 

 

Scritto da