Museo delle Confluenze Lione: nuvola di sapere scientifico

Museo delle Confluenze Lione

La nuvola astratta di sapere scientifico

Inaugurato a Lione in Francia a dicembre del 2014, il nuovo “Musée des Confluences”: Museo delle Confluenze Lione. Ha come obiettivo la divulgazione del sapere scientifico e l’avvicinamento del pubblico a tematiche culturali molto delicate, che spaziano dalla Terra, all’umanità, alla storia sino alla geografia.

Museo delle Confluenze Lione: la nuvola astratta di sapere scientifico

 La struttura sorge su un terreno bonificato di 150 ettari, si trova sulla punta della penisola disegnata dalla confluenza dei fiumi Rodano e Saône, in un quartiere modello di innovazione formale e sostenibilità ambientale ed a questo deve il suo nome. Opera dello studio di progettazione austriaco Coop Himmelb(l)au, il Museo delle Confluenze Lione, ritrae una monumentale “nuvola” astratta.

Museo delle Confluenze di Lione: la nuvola astratta di sapere scientifico

La struttura dell’edificio

L’edificio di impostazione decostruttivista ha una superficie di 21.000 mq e consta di 3 parti fondamentali. La pianta (the plinth), una struttura in cemento armato che agisce come base di sostegno per le due parti fuori terra. Qui si trovano due piani seminterrati in cui sono contenuti due auditorium, una mediateca, una reception per i gruppi e i laboratori.

Museo delle Confluenze di Lione: la nuvola astratta di sapere scientifico

Il secondo livello è denominato il “cristallo” (the crystal), un volume in acciaio e vetro rivolto verso la città, qui si trova l’area di accoglienza dei visitatori del museo e si ha l’accesso alle diverse aree espositive che si trovano al piano superiore, la nuvola (the cloud).

Museo delle Confluenze di Lione: la nuvola astratta di sapere scientifico

Le sezioni

Quest’ultimo livello è il cuore stesso del museo, sospeso su pilastri, secondo un percorso permanente diviso in 4 sezioni sono esposti gli oltre 2 milioni di reperti raccolti da studiosi o appassionati fra il XVI ed il XXI secolo: 1) Origini – La storia del mondo, l’origine dell’universo, sia dal punto di vista scientifico che simbolico; 2) Specie – Il mondo vivente, l’uomo in relazione alle biodiversità; 3) Società – Il teatro umano tra presente e passato società e scambi interculturali; 4) Eternità – Visioni dell’aldilà, la morte e l’aldilà nelle diverse culture.

Museo delle Confluenze di Lione: la nuvola astratta di sapere scientifico

La straordinaria varietà di oggetti è disposta mediante una sequenza spaziale di scatole chiuse (black boxes), completamente prive di luce, che permettono di avere la massima flessibilità di allestimento sia per le collezioni permanenti che per le mostre temporanee. Il Museo delle Confluenze ospita anche conferenze artistiche e scientifiche, concerti di musica, settimane tematiche, eventi ed è dotato di uffici amministrativi, un ampio giardino e ristorante con terrazza panoramica.

Museo delle Confluenze di Lione: la nuvola astratta di sapere scientifico

Gioiello di Museo delle Confluenze Lione è “Muséolab”, un luogo di conoscenza e d’incontro, di scambio culturale e di studio, di ricerca e d’innovazione, aperto al pubblico per provare, sperimentare e scoprire novità tecnologiche del nostro tempo.