Morpheus Hotel Macao: inaugurato ultimo progetto Zaha Hadid

Inaugurato Morpheus Hotel Macao: luxury hotel dalla struttura mozzafiato

Ultimo progetto di Zaha Hadid, è il primo grattacielo al mondo sorretto da un esoscheletro esterno

Apre i battenti il Morpheus Hotel Macao, luxury hotel caratterizzato da una forma architettonica non tradizionale.

Il Morpheus Hotel Macao, luxury hotel dalla struttura non tradizionale

Ubicato all’interno del complesso City of Dreams Resort, sulla Cotai Strip della metropoli asiatica, l’albergo è stato realizzato dallo studio di progettazione Zaha Hadid Architects con un costo di 1,1 miliardi di dollari.

E’ anche l’ultimo progetto della celebre architetta irachena scomparsa nel 2016 ed è caratterizzato da una struttura avveniristica a maglia reticolare decisamente innovativa.

La struttura a maglia reticolare del Morpheus Hotel Macao

Il Morpheus è infatti il primo grattacielo del mondo sorretto da un esoscheletro esterno. Una griglia in acciaio avvolge i 40 piani dell’edificio, e ha consentito di eliminare quasi totalmente la presenza di pilastri e muri portanti all’interno. Una soluzione che ha permesso di creare spazi interni ampi e ariosi, privi di separazioni e impedimenti visivi. Ma non solo, l’edificio si incurva nel centro formando dei vuoti che lo attraversano da parte a parte, con ponti orizzontali che collegano le due torri principali e realizzano gigantesche finestre urbane direttamente affacciate sulla città. Il risultato visivo è una struttura fluida, molto simile a una gigantesca forma organica vivente che raffigura il numero otto, numero associato a fortuna e prosperità nella tradizione cinese.

La struttura ricettiva

Con un altezza totale di 160 metri e una superficie di 147.860 metri quadri, il Morpheus Hotel Macao si sviluppa su 40 piani. Al suo interno dispone di 780 camere. Sono presenti inoltre una serie di strutture pensate per meeting ed eventi, sale per il gioco d’azzardo, una galleria d’arte moderna e un’area shopping con i principali marchi di lusso. E ancora, due ristoranti gestiti dallo chef pluristelllato Alain Ducasse, un centro benessere e una piscina sul tetto dell’edificio.

La piscina del Morpheus Hotel a Macao

Ben dodici ascensori in vetro attraversano la struttura dell’edificio. Nella loro corsa regalano agli ospiti viste panoramiche mozzafiato sia sugli interni scultorei dell’hotel che sulla città di Macao che si estende ai suoi piedi.

Le ville, sei appartamenti bifamiliari e tre con piscina privata, e le restanti suite e camere sono firmate nell’allestimento interno Peter Remedios. Dispongono di complementi d’arredo non tradizionali e dal mood decisamente futuristico. Tutto quanto è possibile aprire, chiudere o regolare (tende, rubinetti ecc ecc) è gestito tramite iPad.

Morpheus Hotel a Macao: uno dei ristoranti

Morpheus combina la sua disposizione ottimale con integrità strutturale e forma scultorea”. Il design è intrigante in quanto non fa riferimento alle tipologie architettoniche tradizionali. Gli edifici di Macao si sono ispirati agli stili architettonici di tutto il mondo. Morpheus si è evoluto come una nuova architettura destinata a diventare l’espressione di questa città“. Viviana Muscettola, Direttore del progetto Zaha Hadid Architects.

Scritto da