BMW Z4: verso il futuro ed oltre

BMW Z4: verso il futuro ed oltre

BMW Z4 un ulteriore salto in avanti

BMW Z4 – Z, una lettera cara a BMW, che rappresenta il ponte tra il passato ed il futuro.

BMW Z4 un ulteriore salto in avanti 

Z come Zukunft, futuro per l’appunto.

Tutto nacque dalla 507. Roadster costruita dal 1955 fino al 1959 che con la sua linea classica che strizza l’occhio alle spider inglesi ha segnato un punto importante nella storia della casa dell’elica.

Si è dovuto attendere quasi 35 anni per rivedere una due posti sportiva a cielo aperto.

E quando apparve per la prima volta la Z1, con le sue portiere a scomparsa, fece invecchiare di colpo le concorrenti, compiendo un balzo avanti nel futuro.

Poi vennero la Z3 e la Z8, filosoficamente e stilisticamente più vicina alla sua antenata. Linee classiche capaci di evocare i bei tempi che furono. Poi fu la volta della Z4 di Bangle in cui passato e futuro si mescolano dando vita ad una spider senza tempo. Fino ad oggi.

Perché la nuova Z4 rappresenta un ulteriore salto in avanti.

BMW Z4 un ulteriore salto in avanti 

Il lungo cofano, rastremato quasi a ricordare una freccia, culmina con il tipico stilema BMW, il doppio rene che campeggia fiero dominando il frontale. Le nuove luci full led caratterizzano i rinnovati gruppi ottici, dando ulteriore enfasi  al senso di dinamismo insito nel design stesso.

BMW Z4 un ulteriore salto in avanti 

Nascosto sotto il lungo cofano in alluminio è celato l’iconico 6 cilindri in linea da 3 litri. Dotato di tecnologia M Performance Twin Power Turbo, arriva ad erogare un potenza di 340 cavalli e la bellezza di 500Nm di coppia. Lo zero-cento viene cassato come una semplice formalità, in poco più di 4 secondi.

Il mitico 6 in linea, tuttavia, in ossequio alle normative antinquinamento riceve in dote il nuovo filtro antiparticolato applicato al benzina. In questo modo il motore bavarese rientra nella futura normativa Euro 6d-TEMP, senza andare ad intaccare l’indole sportiva della roadster.

BMW Z4 un ulteriore salto in avanti 

Alla voce comfort risponde presente, ma è sotto il puro piacere di guida che il meglio di sé prodigandosi in una vera standing ovation.
Come una manna dal cielo, gli aiuti elettronici insieme al nuove telaio, riprogettato ex novo, fanno guadagnare ancora più punti al già ottimo handling della Z4.

Inoltre mediante il lavoro congiunto  tra le nuove sospensioni Adaptive M Sporte e i freni M Sport ed il differenziale controllato elettronicamente M Sport promette sorrisi a 32 denti, sopra e sotto i baffi.

BMW Z4 un ulteriore salto in avanti 

E farà felici i futuri gentlemen driver anche l’abitacolo, completamente ridisegnato, in cui troneggia il control dispay da 10,5 pollici.

La Z4 oltre che nel modello top di gamma M40i verrà declinata anche in versioni meno estreme quali la sDrive30i, forte di 258 cv 400 Nm, e la entry level sDrive20i, decisamente più parca tanto nei consumi quanto nelle prestazioni grazie ai suoi 197 cv e 320 Nm.

Ricche le dotazioni elettroniche di aiuti alla guida, dall’Active Park Distance Control all’Assistente di inversione, che alleggerisce il back up di distanze guidando il veicolo lungo lo stesso esatto percorso che appena guidato nella direzione opposta.

BMW Z4 un ulteriore salto in avanti 

Nuova BMW Z4, verso il futuro ed oltre.

 

 

 

 

Post Tags
Condividi
Scritto da