Prospect Heights: alla scoperta di Brooklyn

Prospect Heights: alla scoperta di uno dei quartieri più caratteristici di Brooklyn

Uno dei simboli del quartiere Prospect Heights a Brooklyn : Grand Army PlazaUna delle zone più caratteristiche di Brooklyn è sicuramente il quartiere di Prospect Heights, storicamente considerato il primo sobborgo degli Stati Uniti e da molti il fiore all’occhiello della zona, nonché il quartiere più elegante e costoso. Prospect Heights dista soli 5 minuti di metropolitana dal centro di Manhattan ma ha mantenuto il fascino di un antico quartiere, con le strade fiancheggiate da numerose case in mattoni, da altre
in stile neoclassico e gotico e da quelle più tipicamente americane, che conferiscono alla zona l’atmosfera della New York di un tempo, quella New York che ha visto tra le sue strade scrittori del calibro di Thomas Wolfe, W. H. Auden, Arthur Miller e attualmente Norman Mailer. Prospect Heights si estende da Atlantic Avenue e Clinton Street, e a Nord fino all’East River, dove dal lungomare si gode del miglior panorama sui grattacieli di Manhattan, tutti in prossimità di tre parchi giochi e meravigliosi edifici. A rendere ancor più attraente la zona, un parco di 35 ettari sulla riva dell’East River, che include spiagge, campi da gioco e aree naturali rivalorizzate, mentre tra i simboli del quartiere troviamo il maestoso arco di Grand Army Plaza e Prospect Park, un grande parco di oltre 200 ettari che dispone di numerose attrattive: lo zoo, lo skate court presso il centro ricreativo LeFreak, e i grandi prati come Long Meadow.

Per gli amanti dell’arte e della cultura in visita a Prospect Heights risulta immancabile una visita al Brooklyn Museum, con la sua esposizione permanente di che spazia dall’arte egizia fino alle opere di artisti contemporanei, e che propone nell’arco dell’anno un ricco programma di mostre.  Centro polifunzionale di intrattenimento è il Barclays Center che richiama innumerevoli appassionati di sport a gustarsi le partite di basket dei Brooklyn Nets e quelle di hockey dei New York Islanders, oltre ad ospitare incontri di pugilato, grandi concerti e spettacoli per la famiglia. Prospect Heights è un’ottima destinazione anche per chi ama fare shopping nelle piccole boutique, alla ricerca di pezzi unici e idee originali. Ne sono un esempio O.N.A., negozio da donna con proposte di abbigliamento e accessori realizzati da stilisti locali, 1 of a Find Vintage, tappa obbligata per abiti e complementi d’arredo rigorosamente old style, e Unnameable Books, libreria che vende libri nuovi e usati e ospita eventi e incontri con gli autori. I ristoranti e bar di Prospect Heighs sapranno conquistare i buongustai: tra i preferiti dai local, Chuko Ramen, con piatti ispirati alla tradizione giapponese e reinterpretati con ingredienti insoliti, The Islands, per una serata dal sapore caraibico, The Venderbilt, un tradizionale gastropub americano dall’atmosfera intima e trendy, fino alla cucina messicana proposta da El Toradero,  Ample Hills con i suoi gelati dai gusti stravaganti e Tom’s Restaurant, un diner dove gustare ottimi pancake. La sera, i migliori locali dove ordinare un cocktail sono Tooker Alley in stile speakeasy e Weather Up, tra i preferiti degli abitanti del quartiere con giardino all’aperto dove bere una birra o un drink durante la bella stagione.

Quest’anno sarà tra il 30 aprile e l’1 maggio che il Brooklyn Botanic Garden, una delle attrazioni più importanti  di Prospect Heights con i suoi 21 ettari di terreno, rende omaggio alla cultura giapponese in occasione della fioritura dei ciliegi con un weekend di eventi tra i più attesi della primavera di New York City: la 35° edizione di Sakura Matsuri, un fine settimana dedicato alla cultura tradizionale e contemporanea del Giappone che si svolgeranno all’interno dei giardini botanici, con concerti J-pop, musica e danza tradizionale giapponese, performance di tamburi taiko, arti marziali e workshop sui bonsai.


Scritto da